Libri ed editoria, Russia

Libri russi da leggere ad Halloween

Miei cari bolscevichi irriverenti,

come ogni anno ci avviciniamo alla stagione delle zucche. L’anno scorso – nel primo anno di vita del blog – vi avevo proposto una mia lista di letture per Halloween, ma quest’anno voglio alzare la posta proponendovi letture solo ed esclusivamente russe.

Perdonatemi le trame ossute: lo faccio per voi, per evitarvi malvagi spoiler!

Pronti a rabbrividire?

Nikolaj Gogol’, Il Vij

In questo racconto del 1835, lo studente di seminario Choma si scontra con una vecchia strega. Riesce ad averne ragione a bastonate, ma dopo pochi giorni viene spedito a officiare la veglia funebre per la figlia morta di un capo cosacco.

Choma si rende conto subito che la ragazza è la stessa strega che ha eliminato a colpi di bastone: la veglia funebre si trasforma così in un estenuante duello tra Choma e il Vij, il demone che infesta il corpo della ragazza.

Gogol Vij Copertina.jpg
Copertina di un’edizione russa del racconto

Aleksandr Pushkin, La dama di picche

Il giovane Herman rifiuta categoricamente di giocare a carte, per quanto sia affascinato dal gioco d’azzardo, per paura di mettere  a rischio le sue già scarse finanze.

Il suo approccio cambia quando scopre che la decrepita nonna del suo commilitone Tomskij possiede un trucco invincibile per avere sempre la meglio sulle carte.

La mente di Hermann, fino a quel momento sdegnosamente razionale, finirà sconvolta dall’ossessione di trovare il modo di carpire il famoso metodo alla vecchia donna…

La dama di picche
Murale ispirato ai temi del racconto.

Fedor Dostoevskij, Il sosia

Jakov Petrovič Goljadkin è un mite consigliere titolare della cancelleria zarista, innamorato della figlia del proprio superiore e costantemente deriso da tutti coloro che lo circondano. In seguito all’ennesima umiliazione incontra una strana figura, un omino che gli assomiglia in tutto e per tutto.

È il suo sosia, che condivide con lui addirittura nome, cognome e patronimico.  Goljadkin pensa di aver trovato un cuore amico in un mondo con lui sempre così severo: ma presto il sosia gli si rivolta contro, diventando a sua volta una forza ostile.

Ma sopratutto, esiste un sosia? O è solo una proiezione mentale del protagonista, che sta lentamente scivolando verso la follia?

Il sosia

Aleksej Tolstoj. La famiglia del Vurdalak e Il vampiro

Aleksej Tolstoj ha un cognome ingombrante ed è autore di una serie di racconti romantico- horror veramente agghiaccianti.

Ne Il Vampiro,  il conte Runevskij incontra a un ballo il misterioso Rybarenko. Costui che si lamenta che alla festa siano presenti fin troppi vampiri: lui è stato di persona al funerale di molti degli invitati. Racconta poi allo sbalordito Runevskij una storia terribile avvenuta in Italia di cui lui è stato testimone. Ma Rybarenko dice la verità? Oppure è solo un folle?

Ne La famiglia del Vurdalak, invece, il protagonista racconta la straziante distruzione, ad opera di un branco di vampiri, di una famiglia di contadini serbi.

Ciano_La-Famiglia-Vurdalak-Cop-page-001

 

 


Avete già letto qualcuno di questi libri? Cos’altro avete in programma di leggere per Halloween?

Un abbraccio, bolscevichi,

e non dimenticate di iscrivervi alla newsletter, esce ogni due settimane con tanti materiali extra.

Un pensiero riguardo “Libri russi da leggere ad Halloween”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.