Libri ed editoria

Libri da leggere: edizione Più Libri Più Liberi

Parliamo di cosa succede quando ci troviamo a una fiera di libri e vorremmo comprare tutto.

Con questo articolo si chiude il ciclo dedicato a Più Libri Più Liberi (edizione 2017), Fiera Internazionale della Piccola Editoria che può comportare non pochi problemi alle finanze di chi soffre della sindrome di accumulo compulsivo di libri (che, ricordiamoci, nella stragrande maggioranza dei casi non abbiamo il tempo di leggere).

In  fiera ci sono una serie di fattori che influiscono pesantemente sul nostro raziocinio: la scelta vastissima, l’allettante prospettiva degli sconti, la scoperta di libri intriganti di cui non conoscevamo l’esistenza.

Il risultato è che spesso ci ritroviamo carichi di libri che leggeremo molto tempo dopo.

Quale migliore tema per un episodio de La lista infinita?  Nell’ultimo caso, ovvero Più Libri Più Liberi, sono riuscita a contenere i danni solo preparando l’ennesima lista dei desideri, che ora vi sottopongo.

Ciò che ho comprato lo trovate invece qui (Un giorno a Più Libri Più Liberi ’17).

Via!

Simon Reynolds, Polvere di stelle. Il glam rock dalle origini ai giorni

nostri. Minimum Fax

polvere-di-stelle-2008-479x650

Il glam rock (e  in particolare David Bowie) è stato un elemento fondamentale del mio passaggio da adolescente a giovane adulta. Io e diversi carissimi amici ci siamo nutriti di glam rock fino a spolpargli le ossa e ad averne la nausea. Capirete dunque che rinunciare ad acquistare immediatamente questo libro è stato al contempo un sacrificio e un ammirabile (chi si loda si imbroda, mi ripeto) segno di maturità.

Non c’è solo una panoramica sul genere, ma anche sulla musica venuta prima o dopo. Viene dato ampio spazio a Bowie, infatti l’opera è stata rivista dopo il 2016, anno della sua scomparsa, per ripercorrerne meglio la parabola sia musicale che terrestre. Sopratutto, la musica diventa un mezzo per leggere i cicli e ricicli storici.

Quanto durerà la mia maturità secondo voi?

Hilary Mantel, Al di là del nero. Fazi Editore.

hilary-mantel-al-di-la-del-nero-head

Abbiamo Alison, corpulenta medium che si guadagna da vivere con le sue sedute; Colette, la sua assistente, scheletrica e dal cuore di pietra; e abbiamo anche Morris, lascivo, volgare, sempre tra i piedi. Morris che è un fantasma. I tre, bizzarra tribù sui generis, si spostano lungo il Sud Est inglese, performance dopo performance.

Ma Alison non è una truffatrice: riesce davvero a parlare con i morti, raggiungendoli in quel luogo spaventoso che lei chiama “Al di là del nero”. E lei stessa è perseguitata dai suoi demoni, che prendono il controllo di lei, della sua casa, e le hanno già inferto dolorose cicatrici.

La Fazi non sbaglia un colpo, ultimamente: deve essere mio.

Marie Helen Poitras, Griffintown. La Nuova Frontiera
griffintown-in

 

La Nuova Frontiera è in assoluto una delle mie case editrici preferite. Ho amato in maniera viscerale tutti i libri che ho preso da loro, e vorrei poter avere un credito illimitato nell’universo per poter acquistare tutto il loro catalogo.

Continuerei a non avere il tempo per leggerli, tali libri, ma quella è un’altra questione.

Parliamo invece di Griffintown, l’ultimo lembo del West, rifugio degli ultimi cowboy, degli ultimi cavalli e delle ultime carrozze. Ogni inverno qualcuno non sopravvive al freddo canadese, e ogni primavera Billy, lo stalliere della rimessa per carrozze, conta chi è tornato al lavoro. Ma quando Paul, il proprietario delle scuderie, sparisce improvvisamente all’inizio della stagione, ecco che i tentacoli della mafia e degli affaristi si allungano su Griffintown, ansiosi di gentrificare ciò che è rimasto del passato.

Sento già un afflato di angoscia esistenziale. Credito illimitato, a me!

Bonnie Nadzam, Lions. Edizioni Black Coffee.

Lions_grande

Corteggio questo libro già da un po’, senza aver ancora trovato l’occasione di comprarlo. Evidentemente era scritto che anche questo Plpl non fosse il momento giusto, secondo gli imperscrutabili piani del destino.

Lions, negli altopiani del Colorado, era destinata a diventare una gloriosa città, simbolo del progresso dell’Ovest. Il sogno dei fondatori non si è mai realizzato, quasi tutte le attività produttive hanno chiuso, e i pochi abitanti rimasti sono tormentati dai fantasmi dei propri antenati e dei propri sogni spezzati. Quando un inquietante straniero giunge in città, molti colgono l’occasione per fuggire e lasciarsi Lions alle spalle per sempre.

Fra i pochi rimasti ci sono i diciassettenni Leigh e Gordon, che sognano di andare al college, ma che si troveranno a dover fare i conti con la realtà.

Il nostro tempo giungerà, o libro!

Claire North, Le prime quindici vite di  Harry August. NN Editore.

0001

Nutro grande fiducia in NN Editore, tuttavia non mi sono ancora accaparrata questo libro. Mi incuriosisce, ma non ho ancora fatto il necessario passo in avanti.

Harry August muore sempre nello stesso modo e ogni volta rinasce nello stesso posto e nello stesso anno. Per cercare di sfuggire a questo ciclo eterno si industria a vivere vite sempre diverse, nel tentativo di trovare finalmente la propria strada. Pensa di essere l’unico in questa situazione, fino al giorno in cui una bambina sconosciuta gli dice ” La fine del mondo sta arrivando, ora tocca a te.” Dopo aver ricevuto questo messaggio, Harry si trova ad attraversare l’intero Novecento, in una vicenda costruita come una scatola cinese.

Non ho ancora preso una decisione: mi chiama, mi chiama, e forse prima o poi risponderò.


Tovarishi, come vedete avrei potuto comprare molti più libri, spinti dalla febbre della fiera. Il potere della lista mi ha difeso: ma come andrà la prossima volta?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.